I Savoia Carignano a Racconigi

Per informazioni sul progetto “L’essenziale è Barocco”
www.visitpiemonte.com
leèb_widget_900x400_lr_px.jpg

Tommaso di Savoia fu il primo principe di Carignano. Di questo bellissimo ritratto equestre esiste una copia a Racconigi, ma per vedere l'originale opera di Antoon van Dyck dovere visitare i Musei Reali di Torino.

Fu il figlio Emanuele Filiberto a chiamare a Racconigi Guarino Guarini perché trasformasse la fortezza medievale in una residenza di villeggiatura. Iniziò il lavoro dal fronte nord.

Emanuele Filiberto nacque sordo e questo gli causò numerosi problemi ... soprattutto con la madre!

Al nipote Luigi Vittorio, che lascia la sua firma in facciata, si devono gli interventi sul fonte sud che oggi caratterizzano l'accesso alla residenza.

Al Principe Luigi Vittorio si deve la trasformazione degli appartamenti principali del castello con decori di gusto cinese.

VittorioAmedeo5SavoiaCarignano_Moglie

Josephine de Lorraine moglie di Vittorio Amedeo di Carignano fu una delle più interessanti figure della storia della famiglia: colta, intelligente, legata a scrittori e filosofi, scrittrice e poetessa lei stessa.

La Principessa Josephine trasformò per prima il parco di Racconigi in senso romantico. A lei si deve anche la Grotta di Mago Merlino.

Il settimo Principe di Carignano, Carlo Alberto, ereditò la corona di Sardegna. Fu lui a scegliere Racconigi come sede dei soggiorni Reali estivi.

Fu il re Carlo Alberto ad ingrandire il Castello nelle dimensioni attuali, ad ampliare il parco e a trasformarlo in un giardino romantico.

  • White Google+ Icon
  • Twitter Clean
  • White Facebook Icon